Invito alla presentazione di offerte per affitto temporaneo di azienda

(Clicca sull'immagine per ingrandirla)

Informazioni sulla gara Aggiungi ai preferiti

Prezzo base € 18.000,00
Cauzione: 10% del prezzo offerto
Inizio gara: 11/11/2019 16:00:00
Scheda pubblicata il: 15/10/2019 15:34
Codice Asta: 377874
Etichetta: 1-PF-D643-102-2018-UN-1

Tribunale: Foggia

Procedura nr: 102/2018

Tipo: Procedura Fallimentare

Lotto nr: Lotto Unico

Giudice: Dott.ssa Valentina Tripaldi


  • Avviso di Vendita

Descrizione

AVVISO PUBBLICO

INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI OFFERTE PER AFFITTO TEMPORANEO DI AZIENDA

Il Curatore del Fallimento della S.d.F. “formata da AESCULAPIUS S.R.L., AESCULAPIUS S.A.S., nonché di PETRAROTA Francesca e RONGA Deborah”, avv. Marco Basta, informa gli interessati che l'Ufficio fallimentare, al fine di conservare l'azienda corrente sotto la ragione sociale “AESCULAPIUS di Francesca Petrarota & C. S.A.S. in esercizio provvisorio” e l'avviamento nell’interesse della massa dei creditori, nonché in prospettiva della successiva vendita, intende concedere in temporaneo affitto l'azienda acquisita alla massa.

Descrizione e perimetro aziendale

L’azienda è costituita dagli elementi esistenti che nel loro insieme concorrono a formare il patrimonio aziendale, quali risultanti dalla relazione di stima a firma del dott. Christian Favino, nonché dai beni mobili risultanti dallo stralcio di inventario, che formano parte integrante del presente avviso ed a cui espressamente si rinvia, documenti consultabili sul Portale Vendite Pubbliche portalevenditepubbliche.giustizia.it, nonché sui siti internet www.doauction.it e www.asteannunci.it.

L’azienda  in  affitto  è  esercitata  in  virtù  dei  titoli  autorizzativi  come  elencati  nella  già  menzionata

relazione di stima, e nei limiti del loro originario termine, salvo ottenimento di proroga a cura dell’affittuario, degli arredi ed attrezzature così come inventariate; delle rimanenze di magazzino e dei rapporti giuridici afferenti all’attività di impresa.

Contratto proposto

Il contratto d'affitto d'azienda proposto ai partecipanti è caratterizzato dalle seguenti condizioni essenziali.

1) Durata

La durata dell’affitto decorrerà dal 1 dicembre 2019 e proseguirà fino al 30 novembre 2020.

Tenuto conto della pendenza del giudizio di reclamo ex art. 18 L.F. avverso la sentenza dichiarativa di fallimento, il termine di scadenza contrattuale del 31 novembre 2020 si considererà automaticamente anticipato alla data dell’eventuale accoglimento del predetto giudizio di reclamo; all’uopo l'aggiudicatario, a propria cura e spese, dovrà provvedere a sottoscrivere successivo atto notarile di risoluzione in caso di accoglimento del predetto reclamo, al fine dei necessari annotamenti presso gli Uffici Pubblici competenti.

La sottoscrizione dell’accordo dovrà avvenire entro e non oltre il 29  novembre 2019, mediante sottoscrizione di atto pubblico o scrittura privata autenticata davanti ad un Notaio scelto dal Curatore.

È obbligo dell’offerente garantire la custodia e la manutenzione dell'azienda fino alla data di cessazione del rapporto contrattuale, così come innanzi precisato.

2) Canone

Il canone minimo offerto non potrà essere inferiore ad € 18.000,00 (diciottomila virgola zero centesimi), oltre Iva, per l’intero anno di locazione.

3) Tempi e modalità di versamento del canone

Il canone dovrà essere versato con le seguenti modalità:

- 50% dell'importo offerto, a titolo di cauzione da allegare all’offerta mediante assegno circolare N.T.

intestato alla procedura (“Fall.to n. 102/2018 – Tribunale di Foggia”), che sarà trattenuto in acconto in caso di sottoscrizione del contratto;

 - il restante 50% dell’importo offerto, sarà versato con cadenza mensile per la somma pari alla frazione mensile corrispondente all’importo offerto, a partire dal dì 1 giugno  2020, mediante bonifico bancario sul c/c intestato alla procedura (ad esempio: in caso di aggiudicazione per un canone annuo pari ad Euro 18.000,00, la frazione mensile corrispondente è pari a € 18.000,00:12 mesi ovvero € 1.500,00 al mese) ;

Laddove la sottoscrizione del contratto da parte dell’offerente individuato dall’Ufficio fallimentare non dovesse realizzarsi per motivi ad esso imputabili, il deposito cauzionale sarà trattenuto a titolo di risarcimento del danno arrecato alla massa, liquidato sin d’ora nella misura sopra riportata e in tali termini espressamente accettata con il deposito dell’offerta da parte del soggetto interessato.

4) Manutenzione ordinaria e straordinaria

La manutenzione ordinaria e quella straordinaria, senza esclusioni e/o eccezioni di sorta, del complesso aziendale è ad esclusivo carico dell'affittuario.

5) Avviamento/recesso/prelazione

Al termine del contratto non spetterà all'affittuario l'avviamento per l'attività esercitata né altro riconoscimento a qualunque titolo e/o ragione. Parimenti, non sarà riconosciuta alcuna prelazione in sede di successiva vendita del complesso aziendale, a cui il soggetto interessato espressamente rinuncia con il deposito dell’offerta.

All'affittuario, infine, non è riconosciuta la facoltà di recesso.

6) Obblighi dell'affittuario

L'affittuario si obbliga altresì a:

 - a riconoscere il diritto del curatore di procedere all'ispezione dell'azienda;

- non cedere il contratto, né subaffittare o dare in comodato, in tutto o in parte, l’azienda o i locali della medesima senza il consenso scritto della Curatela;

- intestarsi  tutte  le  utenze  riferite  all’intero  complesso  aziendale,  nessuna  parte  esclusa  od eccettuata, a far tempo dalla data di stipulazione del contratto;

- sostenere tutti i costi afferenti al complesso aziendale e/o derivanti dall’esercizio dell’attività concessa in affitto (a titolo meramente esemplificativo, tasse, imposte, contributi, etc.), nessuno escluso;

- gestire  l’azienda  affittata  senza  modificarne  in  alcun  modo  la  destinazione  attuale  e  senza effettuare mutamenti nella destinazione degli ambienti che costituiscono l’esercizio affittato;

- mantenere  i  rapporti  di  lavoro  subordinato  attualmente  in  essere  così  come  i  rapporti  di collaborazione così come indicati nella perizia di stima allegata;

- curare  a  proprie  spese  eventuali  adempimenti  afferenti  alle  autorizzazioni  e/o  licenze  e/o concessioni in essere, salvo altri adempimenti necessari e/o opportuni;

- restituire i beni presi in affitto in buono stato di conservazione e funzionamento, salva l’usura corrispondente al normale uso, e liberi da oneri, pesi e vincoli di qualsiasi natura e specie.

Tutto come meglio precisato e specificato nel contratto di affitto di azienda, i cui costi di redazione e di stipula in una delle forme di cui all'art. 2556, ultimo comma, c.c. saranno ad esclusivo carico dell'affittuario. Il contratto di affitto sarà stipulato nel rispetto della forma prevista ai sensi dell'art. 2556 c.c. e secondo le prescrizioni dell'art. 2562 c.c. fatto salvo il diritto di recesso del curatore come per legge; la durata del contratto viene determinata tenuto conto dell’esigenza di liquidazione dei beni.

7) Condizione risolutiva

Il fitto dell'azienda sarà sottoposto alla condizione risolutiva del mancato riconoscimento, da parte degli Enti pubblici preposti, dell'esistenza in capo all'aggiudicatario di tutti i requisiti necessari all'esercizio della stessa e del conseguente rilascio di ogni necessaria autorizzazione, pertanto, l'aggiudicatario dovrà essere in possesso di tutti i requisiti prescritti dalla vigente normativa in materia. Il verificarsi della citata condizione risolutiva ha conseguenze solo traslative e non involge gli obblighi di pagamento da parte dell'aggiudicatario, che dovranno comunque essere assolti, salvo restituzioni. In caso di verificarsi della condizione citata non saranno in ogni caso oggetto di restituzione le spese e le imposte pagate nonché la cauzione versata.

L'aggiudicatario, a propria cura e spese, dovrà provvedere a sottoscrivere successivo atto notarile in caso di verifica della suddetta condizione risolutiva, al fine dei necessari annotamenti presso gli Uffici Pubblici competenti.

8) Fideiussione e Polizze Assicurative

Le obbligazioni a carico dell'affittuario devono essere garantite da fideiussione rilasciata da primaria banca, escutibile a prima richiesta e con espressa esclusione della preventiva esecuzione del debitore principale, per l’importo corrispondente al canone offerto, detratta la somma depositata a titolo di cauzione e trattenuta in acconto in caso di sottoscrizione del contratto.

La Curatela potrà esigere immediatamente il pagamento dal fideiussore senza che questi possa opporre eccezioni che spettano al debitore. All’uopo, dovrà essere prevista contrattualmente la rinuncia del garante alla facoltà di opporre le eccezioni spettanti al debitore principale, in deroga al disposto dell'art. 1945 c.c., oltre all'espressa rinuncia al beneficio di escussione di cui all'art. 1944 c.c.

In caso di ritardo nel pagamento del canone oltre dieci giorni da ciascuna scadenza innanzi indicata, l’escussione della fideiussione comporterà anche la risoluzione di diritto del contratto e l’obbligo di restituire immediatamente l’azienda.

Allo stesso modo l’affittuario dovrà munirsi di:

- apposita polizza assicurativa contratta con primaria compagnia assicurativa operante sul territorio nazionale a garanzia dell'eventuale ristoro di ogni genere di danno (anche da furto e incendio) dell'Azienda oggetto di affitto per un massimale non inferiore ad Euro 200.000,00 (duecentomila virgola zero centesimi), valido per tutta la durata del Contratto di Affitto e con espressa rinuncia da parte della compagnia assicuratrice alla rivalsa e a qualsiasi eccezione, con particolare riferimento alla copertura del rischio anche di eventuali dichiarazioni inesatte e/o reticenti, a parziale deroga di quanto previsto dagli articoli 1892 e 1893 c.c.;

- polizza assicurativa con primaria compagnia operante sul territorio nazionale per responsabilità civile per rischi diversi verso terzi e verso prestatori d'opera per un massimale non inferiore ad Euro 1.000.000,00 (unmilione virgola zero centesimi) per singolo sinistro, valida per tutta la durata del Contratto di Affitto.

La sottoscrizione del contratto e la conseguente consegna dell’azienda è subordinata al rilascio nelle mani della Curatela della ridetta fideiussione e delle polizze, che dovrà comunque avvenire entro e non oltre 3 (tre) giorni dalla comunicazione, da parte dell’Ufficio fallimentare, al soggetto interessato della designazione quale affittuario dell’azienda e, in ogni caso, almeno il giorno prima della sottoscrizione del contratto.

9) Presentazione delle offerte

Modalità e termini di presentazione delle offerte nonché tutte le fasi della procedura sono regolamentate dall’allegato “Disciplinare della procedura di affitto del complesso aziendale denominato Aesculapius di Francesca Petrarota & C. S.A.S.”, che costituisce parte integrante del presente avviso di vendita, gli interessati dovranno espressamente dichiarare, all’interno dell’offerta ed a pena di inammissibilità della stessa, di aver avuto conoscenza del suo contenuto.

I soggetti interessati all’affitto temporaneo dell’azienda nei termini dianzi indicati dovranno far pervenire la propria offerta entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 8 novembre 2019 presso lo studio del Curatore, avv. Marco Basta, in Foggia alla via Isonzo n. 33. La consegna potrà avvenire nei seguenti orari di apertura dello studio: dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 e dalle ore 17:00 alle ore 19:30.

L’offerta, in bollo da € 16,00, dovrà essere presentata in busta chiusa senza alcuna indicazione e/o segno distintivo. All’offerta dovranno essere allegati, a pena di inammissibilità, i seguenti documenti:

- idonea cauzione, come già indicata al punto 3 del presente avviso;

- visura storica della società;

-  documento d'identità del legale rappresentante pro tempore;

- casellario giudiziale del legale rappresentante;

 -attestazione di essere in possesso dei requisiti prescritti dalla normativa vigente in materia;

- DURC;

- ultimo bilancio depositato;

- ultimo modello dichiarativo presentato;

- situazione contabile aggiornata al 30/06/2019;

- espressa dichiarazione di aver preso visione dell’avviso e di tutti gli allegati;

- espresso impegno a consegnare le garanzie fideiussorie e assicurative entro 3 (tre) giorni dalla comunicazione, da parte dell’Ufficio fallimentare, della designazione quale affittuario dell’azienda e, in ogni caso, almeno il giorno prima della sottoscrizione del contratto.

L’offerente dovrà altresì indicare l’indirizzo PEC al quale intende ricevere ogni comunicazione relativa alla procedura competitiva e alla eventuale successiva sottoscrizione del contratto di affitto.

Saranno dichiarate inefficaci le offerte:

- pervenute oltre il termine fissato per la loro presentazione;

- con indicazione di un’offerta inferiore a quanto previsto dal presente avviso;

 -non accompagnate da idonea cauzione;

- che prevedano la consegna della fideiussione e delle polizze oltre i termini di cui al presente avviso.

L’offerta è vincolante e irrevocabile.

11) Esame delle offerte e individuazione del soggetto affittuario

Il giorno 11 novembre 2019, alle ore 16:00, innanzi al Curatore avv. Marco Basta presso il suo studio in Foggia alla via Isonzo n. 33, si procederà all’apertura delle buste e al conseguente esame delle offerte pervenute entro il termine indicato.

Laddove pervengano più offerte si procederà ad una gara tra gli interessati partendo dall’offerta più alta, ferme restando tutte le altre condizioni essenziali indicate nel presente avviso. Nel corso della gara, tra un’offerta e l’altra dovrà essere apportato un aumento minimo non inferiore ad 1/50 del canone proposto dal maggior offerente, arrotondato a discrezione del Curatore. La gara dovrà considerarsi chiusa in assenza di rilanci.

All’esito dell’esame delle offerte e dell’eventuale gara, la Curatela si riserva di effettuare la scelta dell'affittuario dopo  approfondita  analisi di tutta  la  documentazione  contenuta  nelle offerte; la scelta avverrà anche in base alla valutazione dei criteri di cui all'art. 104 bis l.f. in quanto compatibili.

L’individuazione del soggetto affittuario da parte dell’Ufficio fallimentare avverrà nell’esclusivo interesse della massa dei creditori. Essa verrà comunicata al soggetto designato all’indirizzo PEC indicato nell’offerta, mentre con le stesse modalità verrà comunicato ai restanti soggetti partecipanti l'invito al ritiro della cauzione prestata.

In ogni caso, sino alla data di sottoscrizione del contratto di affitto d’azienda, il Giudice Delegato potrà sospendere e/o revocare l’esito della procedura competitiva qualora ricorrano gravi e giustificati motivi ovvero laddove la stessa procedura si riveli non conveniente per la massa dei creditori.

12) Precisazioni

Il presente avviso e i relativi allegati sono pubblicati sul Portale Vendite Pubbliche

portalevenditepubbliche.giustizia.it, nonché sui siti internet www.doauction.it e www.asteannunci.it.

La pubblicazione del presente invito e la ricezione delle offerte non comportano per la Curatela alcun obbligo e/o impegno nei confronti dei soggetti interessati, né per quest'ultimi alcun diritto a qualsivoglia prestazione da parte della Curatela e/o alcuna pretesa nei confronti della Curatela stessa a qualsiasi titolo e/o ragione, nessuno escluso.

La presentazione dell’offerta costituisce espressa accettazione da parte dei soggetti interessati di quanto previsto e riportato nel presente avviso.

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Curatore nella persona dell’avv. Marco Basta (via Isonzo n. 33 – Foggia – tel. e fax 0881/661242).

Foggia, 4 ottobre 2019.

Il Curatore Fallimentare (avv. Marco Basta)

AVVISO PUBBLICO

INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI OFFERTE PER AFFITTO TEMPORANEO DI AZIENDA

Il Curatore del Fallimento della S.d.F. “formata da AESCULAPIUS S.R.L., AESCULAPIUS S.A.S., nonché di PETRAROTA Francesca e RONGA Deborah”, avv. Marco Basta, informa gli interessati che l'Ufficio fallimentare, al fine di conservare l'azienda corrente sotto la ragione sociale “AESCULAPIUS di Francesca Petrarota & C. S.A.S. in esercizio provvisorio” e l'avviamento nell’interesse della massa dei creditori, nonché in prospettiva della successiva vendita, intende concedere in temporaneo affitto l'azienda acquisita alla massa.

Descrizione e perimetro aziendale

L’azienda è costituita dagli elementi esistenti che nel loro insieme concorrono a formare il patrimonio aziendale, quali risultanti dalla relazione di stima a firma del dott. Christian Favino, nonché dai beni mobili risultanti dallo stralcio di inventario, che formano parte integrante del presente avviso ed a cui espressamente si rinvia, documenti consultabili sul Portale Vendite Pubbliche portalevenditepubbliche.giustizia.it, nonché sui siti internet www.doauction.it e www.asteannunci.it.

L’azienda  in  affitto  è  esercitata  in  virtù  dei  titoli  autorizzativi  come  elencati  nella  già  menzionata

relazione di stima, e nei limiti del loro originario termine, salvo ottenimento di proroga a cura dell’affittuario, degli arredi ed attrezzature così come inventariate; delle rimanenze di magazzino e dei rapporti giuridici afferenti all’attività di impresa.

Contratto proposto

Il contratto d'affitto d'azienda proposto ai partecipanti è caratterizzato dalle seguenti condizioni essenziali.

1) Durata

La durata dell’affitto decorrerà dal 1 dicembre 2019 e proseguirà fino al 30 novembre 2020.

Tenuto conto della pendenza del giudizio di reclamo ex art. 18 L.F. avverso la sentenza dichiarativa di fallimento, il termine di scadenza contrattuale del 31 novembre 2020 si considererà automaticamente anticipato alla data dell’eventuale accoglimento del predetto giudizio di reclamo; all’uopo l'aggiudicatario, a propria cura e spese, dovrà provvedere a sottoscrivere successivo atto notarile di risoluzione in caso di accoglimento del predetto reclamo, al fine dei necessari annotamenti presso gli Uffici Pubblici competenti.

La sottoscrizione dell’accordo dovrà avvenire entro e non oltre il 29  novembre 2019, mediante sottoscrizione di atto pubblico o scrittura privata autenticata davanti ad un Notaio scelto dal Curatore.

È obbligo dell’offerente garantire la custodia e la manutenzione dell'azienda fino alla data di cessazione del rapporto contrattuale, così come innanzi precisato.

2) Canone

Il canone minimo offerto non potrà essere inferiore ad € 18.000,00 (diciottomila virgola zero centesimi), oltre Iva, per l’intero anno di locazione.

3) Tempi e modalità di versamento del canone

Il canone dovrà essere versato con le seguenti modalità:

- 50% dell'importo offerto, a titolo di cauzione da allegare all’offerta mediante assegno circolare N.T.

intestato alla procedura (“Fall.to n. 102/2018 – Tribunale di Foggia”), che sarà trattenuto in acconto in caso di sottoscrizione del contratto;

 - il restante 50% dell’importo offerto, sarà versato con cadenza mensile per la somma pari alla frazione mensile corrispondente all’importo offerto, a partire dal dì 1 giugno  2020, mediante bonifico bancario sul c/c intestato alla procedura (ad esempio: in caso di aggiudicazione per un canone annuo pari ad Euro 18.000,00, la frazione mensile corrispondente è pari a € 18.000,00:12 mesi ovvero € 1.500,00 al mese) ;

Laddove la sottoscrizione del contratto da parte dell’offerente individuato dall’Ufficio fallimentare non dovesse realizzarsi per motivi ad esso imputabili, il deposito cauzionale sarà trattenuto a titolo di risarcimento del danno arrecato alla massa, liquidato sin d’ora nella misura sopra riportata e in tali termini espressamente accettata con il deposito dell’offerta da parte del soggetto interessato.

4) Manutenzione ordinaria e straordinaria

La manutenzione ordinaria e quella straordinaria, senza esclusioni e/o eccezioni di sorta, del complesso aziendale è ad esclusivo carico dell'affittuario.

5) Avviamento/recesso/prelazione

Al termine del contratto non spetterà all'affittuario l'avviamento per l'attività esercitata né altro riconoscimento a qualunque titolo e/o ragione. Parimenti, non sarà riconosciuta alcuna prelazione in sede di successiva vendita del complesso aziendale, a cui il soggetto interessato espressamente rinuncia con il deposito dell’offerta.

All'affittuario, infine, non è riconosciuta la facoltà di recesso.

6) Obblighi dell'affittuario

L'affittuario si obbliga altresì a:

 - a riconoscere il diritto del curatore di procedere all'ispezione dell'azienda;

- non cedere il contratto, né subaffittare o dare in comodato, in tutto o in parte, l’azienda o i locali della medesima senza il consenso scritto della Curatela;

- intestarsi  tutte  le  utenze  riferite  all’intero  complesso  aziendale,  nessuna  parte  esclusa  od eccettuata, a far tempo dalla data di stipulazione del contratto;

- sostenere tutti i costi afferenti al complesso aziendale e/o derivanti dall’esercizio dell’attività concessa in affitto (a titolo meramente esemplificativo, tasse, imposte, contributi, etc.), nessuno escluso;

- gestire  l’azienda  affittata  senza  modificarne  in  alcun  modo  la  destinazione  attuale  e  senza effettuare mutamenti nella destinazione degli ambienti che costituiscono l’esercizio affittato;

- mantenere  i  rapporti  di  lavoro  subordinato  attualmente  in  essere  così  come  i  rapporti  di collaborazione così come indicati nella perizia di stima allegata;

- curare  a  proprie  spese  eventuali  adempimenti  afferenti  alle  autorizzazioni  e/o  licenze  e/o concessioni in essere, salvo altri adempimenti necessari e/o opportuni;

- restituire i beni presi in affitto in buono stato di conservazione e funzionamento, salva l’usura corrispondente al normale uso, e liberi da oneri, pesi e vincoli di qualsiasi natura e specie.

Tutto come meglio precisato e specificato nel contratto di affitto di azienda, i cui costi di redazione e di stipula in una delle forme di cui all'art. 2556, ultimo comma, c.c. saranno ad esclusivo carico dell'affittuario. Il contratto di affitto sarà stipulato nel rispetto della forma prevista ai sensi dell'art. 2556 c.c. e secondo le prescrizioni dell'art. 2562 c.c. fatto salvo il diritto di recesso del curatore come per legge; la durata del contratto viene determinata tenuto conto dell’esigenza di liquidazione dei beni.

7) Condizione risolutiva

Il fitto dell'azienda sarà sottoposto alla condizione risolutiva del mancato riconoscimento, da parte degli Enti pubblici preposti, dell'esistenza in capo all'aggiudicatario di tutti i requisiti necessari all'esercizio della stessa e del conseguente rilascio di ogni necessaria autorizzazione, pertanto, l'aggiudicatario dovrà essere in possesso di tutti i requisiti prescritti dalla vigente normativa in materia. Il verificarsi della citata condizione risolutiva ha conseguenze solo traslative e non involge gli obblighi di pagamento da parte dell'aggiudicatario, che dovranno comunque essere assolti, salvo restituzioni. In caso di verificarsi della condizione citata non saranno in ogni caso oggetto di restituzione le spese e le imposte pagate nonché la cauzione versata.

L'aggiudicatario, a propria cura e spese, dovrà provvedere a sottoscrivere successivo atto notarile in caso di verifica della suddetta condizione risolutiva, al fine dei necessari annotamenti presso gli Uffici Pubblici competenti.

8) Fideiussione e Polizze Assicurative

Le obbligazioni a carico dell'affittuario devono essere garantite da fideiussione rilasciata da primaria banca, escutibile a prima richiesta e con espressa esclusione della preventiva esecuzione del debitore principale, per l’importo corrispondente al canone offerto, detratta la somma depositata a titolo di cauzione e trattenuta in acconto in caso di sottoscrizione del contratto.

La Curatela potrà esigere immediatamente il pagamento dal fideiussore senza che questi possa opporre eccezioni che spettano al debitore. All’uopo, dovrà essere prevista contrattualmente la rinuncia del garante alla facoltà di opporre le eccezioni spettanti al debitore principale, in deroga al disposto dell'art. 1945 c.c., oltre all'espressa rinuncia al beneficio di escussione di cui all'art. 1944 c.c.

In caso di ritardo nel pagamento del canone oltre dieci giorni da ciascuna scadenza innanzi indicata, l’escussione della fideiussione comporterà anche la risoluzione di diritto del contratto e l’obbligo di restituire immediatamente l’azienda.

Allo stesso modo l’affittuario dovrà munirsi di:

- apposita polizza assicurativa contratta con primaria compagnia assicurativa operante sul territorio nazionale a garanzia dell'eventuale ristoro di ogni genere di danno (anche da furto e incendio) dell'Azienda oggetto di affitto per un massimale non inferiore ad Euro 200.000,00 (duecentomila virgola zero centesimi), valido per tutta la durata del Contratto di Affitto e con espressa rinuncia da parte della compagnia assicuratrice alla rivalsa e a qualsiasi eccezione, con particolare riferimento alla copertura del rischio anche di eventuali dichiarazioni inesatte e/o reticenti, a parziale deroga di quanto previsto dagli articoli 1892 e 1893 c.c.;

- polizza assicurativa con primaria compagnia operante sul territorio nazionale per responsabilità civile per rischi diversi verso terzi e verso prestatori d'opera per un massimale non inferiore ad Euro 1.000.000,00 (unmilione virgola zero centesimi) per singolo sinistro, valida per tutta la durata del Contratto di Affitto.

La sottoscrizione del contratto e la conseguente consegna dell’azienda è subordinata al rilascio nelle mani della Curatela della ridetta fideiussione e delle polizze, che dovrà comunque avvenire entro e non oltre 3 (tre) giorni dalla comunicazione, da parte dell’Ufficio fallimentare, al soggetto interessato della designazione quale affittuario dell’azienda e, in ogni caso, almeno il giorno prima della sottoscrizione del contratto.

9) Presentazione delle offerte

Modalità e termini di presentazione delle offerte nonché tutte le fasi della procedura sono regolamentate dall’allegato “Disciplinare della procedura di affitto del complesso aziendale denominato Aesculapius di Francesca Petrarota & C. S.A.S.”, che costituisce parte integrante del presente avviso di vendita, gli interessati dovranno espressamente dichiarare, all’interno dell’offerta ed a pena di inammissibilità della stessa, di aver avuto conoscenza del suo contenuto.

I soggetti interessati all’affitto temporaneo dell’azienda nei termini dianzi indicati dovranno far pervenire la propria offerta entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 8 novembre 2019 presso lo studio del Curatore, avv. Marco Basta, in Foggia alla via Isonzo n. 33. La consegna potrà avvenire nei seguenti orari di apertura dello studio: dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 e dalle ore 17:00 alle ore 19:30.

L’offerta, in bollo da € 16,00, dovrà essere presentata in busta chiusa senza alcuna indicazione e/o segno distintivo. All’offerta dovranno essere allegati, a pena di inammissibilità, i seguenti documenti:

- idonea cauzione, come già indicata al punto 3 del presente avviso;

- visura storica della società;

-  documento d'identità del legale rappresentante pro tempore;

- casellario giudiziale del legale rappresentante;

 -attestazione di essere in possesso dei requisiti prescritti dalla normativa vigente in materia;

- DURC;

- ultimo bilancio depositato;

- ultimo modello dichiarativo presentato;

- situazione contabile aggiornata al 30/06/2019;

- espressa dichiarazione di aver preso visione dell’avviso e di tutti gli allegati;

- espresso impegno a consegnare le garanzie fideiussorie e assicurative entro 3 (tre) giorni dalla comunicazione, da parte dell’Ufficio fallimentare, della designazione quale affittuario dell’azienda e, in ogni caso, almeno il giorno prima della sottoscrizione del contratto.

L’offerente dovrà altresì indicare l’indirizzo PEC al quale intende ricevere ogni comunicazione relativa alla procedura competitiva e alla eventuale successiva sottoscrizione del contratto di affitto.

Saranno dichiarate inefficaci le offerte:

- pervenute oltre il termine fissato per la loro presentazione;

- con indicazione di un’offerta inferiore a quanto previsto dal presente avviso;

 -non accompagnate da idonea cauzione;

- che prevedano la consegna della fideiussione e delle polizze oltre i termini di cui al presente avviso.

L’offerta è vincolante e irrevocabile.

11) Esame delle offerte e individuazione del soggetto affittuario

Il giorno 11 novembre 2019, alle ore 16:00, innanzi al Curatore avv. Marco Basta presso il suo studio in Foggia alla via Isonzo n. 33, si procederà all’apertura delle buste e al conseguente esame delle offerte pervenute entro il termine indicato.

Laddove pervengano più offerte si procederà ad una gara tra gli interessati partendo dall’offerta più alta, ferme restando tutte le altre condizioni essenziali indicate nel presente avviso. Nel corso della gara, tra un’offerta e l’altra dovrà essere apportato un aumento minimo non inferiore ad 1/50 del canone proposto dal maggior offerente, arrotondato a discrezione del Curatore. La gara dovrà considerarsi chiusa in assenza di rilanci.

All’esito dell’esame delle offerte e dell’eventuale gara, la Curatela si riserva di effettuare la scelta dell'affittuario dopo  approfondita  analisi di tutta  la  documentazione  contenuta  nelle offerte; la scelta avverrà anche in base alla valutazione dei criteri di cui all'art. 104 bis l.f. in quanto compatibili.

L’individuazione del soggetto affittuario da parte dell’Ufficio fallimentare avverrà nell’esclusivo interesse della massa dei creditori. Essa verrà comunicata al soggetto designato all’indirizzo PEC indicato nell’offerta, mentre con le stesse modalità verrà comunicato ai restanti soggetti partecipanti l'invito al ritiro della cauzione prestata.

In ogni caso, sino alla data di sottoscrizione del contratto di affitto d’azienda, il Giudice Delegato potrà sospendere e/o revocare l’esito della procedura competitiva qualora ricorrano gravi e giustificati motivi ovvero laddove la stessa procedura si riveli non conveniente per la massa dei creditori.

12) Precisazioni

Il presente avviso e i relativi allegati sono pubblicati sul Portale Vendite Pubbliche

portalevenditepubbliche.giustizia.it, nonché sui siti internet www.doauction.it e www.asteannunci.it.

La pubblicazione del presente invito e la ricezione delle offerte non comportano per la Curatela alcun obbligo e/o impegno nei confronti dei soggetti interessati, né per quest'ultimi alcun diritto a qualsivoglia prestazione da parte della Curatela e/o alcuna pretesa nei confronti della Curatela stessa a qualsiasi titolo e/o ragione, nessuno escluso.

La presentazione dell’offerta costituisce espressa accettazione da parte dei soggetti interessati di quanto previsto e riportato nel presente avviso.

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Curatore nella persona dell’avv. Marco Basta (via Isonzo n. 33 – Foggia – tel. e fax 0881/661242).

Foggia, 4 ottobre 2019.

Il Curatore Fallimentare (avv. Marco Basta)

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Curatore nella persona dell’avv. Marco Basta (via Isonzo n. 33 – Foggia – tel. e fax 0881/661242).

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Curatore nella persona dell’avv. Marco Basta (via Isonzo n. 33 – Foggia – tel. e fax 0881/661242).

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Curatore nella persona dell’avv. Marco Basta (via Isonzo n. 33 – Foggia – tel. e fax 0881/661242).

Cauzione:

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Curatore nella persona dell’avv. Marco Basta (via Isonzo n. 33 – Foggia – tel. e fax 0881/661242).

Modalità saldo:

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Curatore nella persona dell’avv. Marco Basta (via Isonzo n. 33 – Foggia – tel. e fax 0881/661242).

Documenti allegati

Avviso Pubblico

Relazione di stima

Modulistica

Per poter visualizzare la modulistica è necessario eseguire l’autenticazione