Quota di partecipazione pari al 24,88% del capitale della Gespo S.r.l. "Porto Turistico di Manfredonia"

(Clicca sull'immagine per ingrandirla)

Informazioni sulla gara Aggiungi ai preferiti

Prezzo base € 172.000,00
Cauzione: 10% del prezzo offerto
Inizio gara: 28/04/2020 12:00:00
Scheda pubblicata il: 12/02/2020 11:42
Codice Asta: 386740
Etichetta: 1-CP-D643-20-2014-UN-1

Tribunale: Foggia

Procedura nr: 20/2014

Tipo: Concordato preventivo

Lotto nr: Lotto Unico

Giudice: Dott. Francesco Murgo


  • Avviso di Vendita

Descrizione

TRIBUNALE  DI  FOGGIA SEZIONE  FALLIMENTARE
Concordato Preventivo N. 20/2014  C.P.

*******

AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO 

L’Avv. Maria Rosa Porcaro, Liquidatore Giudiziale del Concordato Preventivo n. 20/2014 – Tribunale di Foggia, visto il decreto di nomina, l’autorizzazione da parte del Comitato dei Creditori e del Sig. Giudice Delegato,

A V V I S A

che il giorno 28.04.2020 alle ore 12,00 presso la Sezione Fallimentare del Tribunale di Foggia, dinanzi al Giudice Delegato al Concordato Preventivo, avrà luogo la vendita senza incanto della quota di partecipazione pari al 24,88% del capitale sociale della società Gespo S.r.l., con sede legale in Manfredonia (FG), Lungomare del Sole n. 1, codice fiscale e partita IVA 01834790717, iscritta al REA di Foggia al n.152645, come di seguito indicata e come meglio descritta nella perizia di stima redatta dal tecnico nominato dalla procedura, che potrà essere consultata dall’eventuale offerente ed alla quale si fa espresso rinvio.

BENI IN VENDITA

LOTTO UNICO – Quota di partecipazione pari al 24,88% del capitale sociale della Gespo S.r.l., con sede legale in Manfredonia (FG), Lungomare del Sole n. 1, codice fiscale e partita IVA 01834790717, iscritta al REA di Foggia al n.152645, con un capitale sociale di € 1.516.588,00 interamente versato, avente come oggetto sociale lo sviluppo delle attività turistiche nella città di Manfredonia, in particolare l’acquisizione da Enti pubblici e/o privati, di concessioni e/o appalti per la progettazione, la costruzione e la gestione di un porto turistico nella città di Manfredonia e di tutte le infrastrutture necessarie e complementari per la costruzione e gestione.

La quota di partecipazione oggetto della vendita è meglio descritta nella relazione di stima a firma dell’esperto nominato dalla procedura, consultabile sul sito internet www.tribunale.foggia.it, sul portale nazionale www.asteannunci.it, nonché sul Portale delle Vendite Pubbliche del Ministero della Giustizia.

Prezzo Base: Euro 172.000,00 (centosettantaduemila/00), oltre oneri fiscali come per legge.

Rialzo Minimo: Euro 15.000,00 (quindicimila/00)

CONDIZIONI DI VENDITA

La vendita avverrà senza incanto.

Il prezzo base della vendita è fissato in Euro 172.000,00, al netto degli oneri fiscali di legge.
Chiunque è ammesso a partecipare alla gara, mediante presentazione di offerta d’acquisto, che è irrevocabile ed incondizionata e costituisce accettazione di tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel presente avviso.

Il lotto viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova la società partecipata, così come descritta nella perizia di stima innanzi indicata e nella relativa integrazione nonché nei documenti allegati al presente avviso, senza alcuna garanzia per quanto concerne: -valore, avviamento, stato economico-patrimoniale e finanziario; - rapporti commerciali e contrattuali; - consistenza delle attività e passività, anche latenti e/o sopravvenienze, connesse  alla  partecipazione.  Resta  fermo  a  carico  dell’aggiudicatario il
rischio che il valore di partecipazione possa subire decrementi, contenziosi, venir meno di contratti.

La presentazione dell’offerta implica conoscenza dello stato di fatto e diritto nonché della condizione giuridica e sostanziale degli assets di cui è offerto l’acquisto, ed inoltre comporta di per sé adesione alle condizioni del presente regolamento, e rinuncia a far valere qualsiasi eccezione e/o pretesa e/o richiesta risarcitoria, e/o restitutoria in ordine a tutto quanto innanzi, e riguardo alla quantità, qualità, identità, consistenza, sussistenza e condizione giuridica, e a qualsiasi richiesta risarcitoria e/o restitutoria nei confronti della procedura. Quanto oggetto del presente avviso viene venduto libero da iscrizioni e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti  al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a cura e spese dell’aggiudicatario.

MODALITA’ DI VENDITA

La vendita avverrà mediante procedura competitiva ed è caratterizzata da offerte irrevocabili di acquisto per un prezzo non inferiore a quello indicato nel presente avviso.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

Le offerte di acquisto, vincolanti e irrevocabili, dovranno essere presentate con le seguenti modalità:

deposito presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Foggia entro le ore 12,00 del giorno precedente la data della vendita, in busta chiusa, all’esterno della quale saranno annotati, a cura del ricevente e previa identificazione, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice Delegato, la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte e l’ora di presentazione della busta. Nessuna altra indicazione -né il numero o il nome della procedura né del bene per cui è stata fatta l’offerta né dell’ora della vendita o altro- dovrà essere apposta sulla busta.

La presentazione  dell’offerta  costituisce  espressa  accettazione  di  quanto previsto e riportato nel presente avviso.

CONTENUTO DELLE  OFFERTE

La busta, che non dovrà avere alcuna annotazione all’esterno apposta da parte del presentatore, dovrà contenere:

A. offerta di acquisto in bollo da Euro 16,00, con allegata fotocopia di un valido documento di riconoscimento non scaduto, completa di:
1) cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, eventuale partita IVA, residenza o domicilio, stato civile, recapito telefonico, fax, email e/o posta elettronica certificata del soggetto cui sarà intestato il bene (non sarà possibile intestarlo a persona diversa da quella che sottoscrive l’offerta). Se l’offerente è coniugato dovrà rendere autocertificazione in ordine al regime patrimoniale e, se dovesse trattarsi di regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati completi anagrafici e fiscali del coniuge. Se l’offerente è società o ente, anche morale, la denominazione o ragione sociale, il codice fiscale e la partita IVA, la sede legale del soggetto offerente, i dati anagrafici e fiscali del legale rappresentante;
2) dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta;
3) espressa dichiarazione di aver preso visione dell’avviso di vendita, della perizia di stima, della relativa integrazione, degli ulteriori allegati e delle prescrizioni contenute nello Statuto Sociale, e, pertanto, di avere piena conoscenza dello stato e del valore della quota, nonché di accettare pienamente le condizioni ivi riportate e di essere in possesso dei requisiti per assumere la qualità di socio.
4) copia del presente “avviso di vendita” siglato in ogni pagina e sottoscritto per esteso in calce nell’ultima pagina per presa visione e per accettazione delle condizioni della procedura di vendita;
5) dichiarazione di residenza o elezione di domicilio nel Comune di Foggia, ovvero indicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata presso il quale si intende ricevere ogni comunicazione riferita alla presente procedura. In mancanza, le successive comunicazioni saranno eseguite presso la Cancelleria fallimentare del Tribunale di Foggia;
6) indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base indicato nel presente avviso, a pena di esclusione dell’offerta;
7) sottoscrizione da parte di tutti i soggetti a favore dei quali dovrà essere intestato il bene;
8) cauzione in misura non inferiore al 10% del prezzo proposto dall’offerente a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a: “CONCORDATO PREVENTIVO N. 20/2014 Tribunale di Foggia”.
B. certificato di stato libero ovvero, ove coniugato, estratto di matrimonio con indicazione del regime patrimoniale prescelto;
C. certificato di vigenza del Registro delle Imprese di data non anteriore a tre mesi, qualora a partecipare sia una società o ente, anche morale, dal quale risulti la costituzione della società o ente e documentazione attestante i poteri conferiti all’offerente per la partecipazione all’asta;
D. procura speciale notarile in caso di partecipazione all’asta in nome e per conto dell’offerente.

L’offerta presentata nella vendita senza incanto è irrevocabile e pertanto di essa si terrà conto anche in caso di mancata presentazione alla gara dell’offerente. Saranno dichiarate inefficaci le offerte:
 
- pervenute oltre il termine previsto dal presente avviso di vendita;
- con indicazione del prezzo d’acquisto inferiore al prezzo base indicato nel presente avviso;
- non accompagnate da cauzione presentata con le modalità di cui alla precedente lettera A ovvero senza la necessaria procura di cui alla precedente lettera D.

DATA E LUOGO DELLE OPERAZIONI DI VENDITA

L’apertura delle buste, l’esame delle offerte e le operazioni di gara avverranno, anche in assenza degli offerenti, il giorno 28.04.2020 alle ore 12,00 innanzi al Giudice Delegato presso il Tribunale di Foggia – Sezione Fallimentare.

MODALITA’ DI AGGIUDICAZIONE e DIRITTO DI PRELAZIONE

I. Ove pervenga anche una sola offerta l’aggiudicazione avrà luogo nei confronti dell’unico offerente.
II. In caso di pluralità di offerte valide si procederà in ogni caso alla gara tra gli offerenti, estesa anche all’offerente originario, sulla base dell’offerta più alta, con il sistema dei rilanci minimi che non potranno essere inferiori ad Euro 15.000,00 (quindicimila/00). La gara dovrà considerarsi chiusa in assenza di rilanci.
III. Laddove la gara non possa aver luogo per mancanza di adesioni degli offerenti, ai fini dell’individuazione della migliore offerta saranno applicati i seguenti criteri:

--- il prezzo più alto determina in ogni caso la prevalenza dell’offerta;
--- a parità di prezzo sarà preferita l’offerta cui si accompagni la cauzione di maggiore importo indipendentemente dal termine indicato per il versamento del saldo prezzo;
--- ove non sia possibile individuare un’offerta migliore delle altre in base ai criteri innanzi indicati, il bene sarà aggiudicato a colui il quale ha formulato l’offerta per primo mediante deposito secondo le modalità indicate nell’avviso. IV.All’offerente che non risulti aggiudicatario verrà restituita immediatamente la cauzione; a tal fine si invitano gli offerenti ad inserire nella busta anche una fotocopia degli assegni e del retro degli stessi, su unica facciata.
V. Al  termine  delle  operazioni  di  gara  il  G.D.  emetterà  provvedimento  di aggiudicazione provvisoria della quota di partecipazione in Gespo S.r.l.. VI.Successivamente, in applicazione  dell’art. 6 dello statuto sociale della Gespo S.r.l.
a. Il Liquidatore Giudiziale comunicherà a tutti i soci (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec), l'avvenuta aggiudicazione provvisoria specificando il relativo prezzo.
b. Entro quindici giorni dal ricevimento della comunicazione, ciascun socio potrà esercitare il diritto di prelazione (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec da inviarsi al Liquidatore Giudiziale). Nel caso in cui la prelazione venga esercitata da più soci la quota verrà ripartita fra questi in proporzione alla rispettiva partecipazione al capitale sociale. Se alcuni soci rinunciano al diritto di prelazione, questo si accresce in favore degli altri soci in proporzione della rispettiva partecipazione al capitale sociale.
c. Scaduto il termine di quindici giorni di cui al precedente punto

b) senza che nessun socio abbia esercitato la prelazione, il Liquidatore Giudiziale comunicherà alla società (a mezzo lettera raccomandata A.R  o  pec)  l'avvenuta aggiudicazione  provvisoria specificando il relativo prezzo.
 
d. Nei quindici giorni successivi i soci che rappresentano almeno il 61% (sessantuno per cento) del capitale sociale, non computandosi a tal fine la partecipazione oggetto di vendita, possono chiedere di assegnare, alle medesime condizioni, termini e prezzo, la quota ad un terzo di loro gradimento.
VII. Scaduti i termini previsti nel punto che precede, il Liquidatore Giudiziale provvederà a depositare in Cancelleria tutta la documentazione relativa alla vendita, ai sensi degli artt. 107 e 108 L.F.
VIII. Decorsi dieci giorni dal deposito e salva l'eventuale sospensione della vendita in applicazione delle predette norme, l'aggiudicazione in favore dell'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V), ovvero, alternativamente, del soggetto individuato ai sensi del punto VI), verrà dichiarata definitiva ed il Liquidatore Giudiziale provvederà ad informarne l'interessato (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec).
IX. Entro il termine di sessanta giorni dalla ricezione di tale comunicazione, l'aggiudicatario definitivo dovrà versare il prezzo (detratta l'eventuale cauzione) mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “CONCORDATO PREVENTIVO N. 20/2014 Tribunale di Foggia” escludendosi qualsivoglia rateizzazione. Si precisa che il termine per il versamento ha natura perentoria e pertanto non prorogabile, ma soggetto alla sospensione feriale.
X. L’aggiudicatario definitivo dovrà, altresì, provvedere, all’atto del versamento del prezzo, a depositare un ulteriore somma di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione, per le spese inerenti al trasferimento della quota ed agli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita -salvo conguaglio- con le stesse modalità di versamento del saldo del prezzo. In particolare è a carico dell’acquirente l'onorario del notaio a designarsi ai sensi del successivo punto XIV).
XI. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario definitivo perderà le somme eventualmente versate a titolo di cauzione, impregiudicato in ogni caso il diritto della procedura concorsuale al risarcimento del maggior danno. Nessun onere, a nessun titolo, dovrà essere sostenuto dalla stessa procedura.
XII. Qualora la revoca dell'aggiudicazione definitiva riguardi il soggetto individuato ai sensi del punto VI), in sua sostituzione sarà dichiarato ipso iure aggiudicatario definitivo l'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V), che il Liquidatore Giudiziale provvederà ad informare  (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec). In tale eventualità, i termini per il versamento del saldo prezzo e del fondo spese di cui ai punti IX) e X) decorreranno da tale comunicazione.
XIII. Pertanto l'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V) avrà diritto alla restituzione della cauzione solo allorché il soggetto eventualmente individuato ai sensi del punto VI) abbia puntualmente versato l'intero prezzo ed il fondo spese.
XIV. Infine, nel termine di dieci giorni dal puntuale versamento del prezzo e del fondo spese, il Liquidatore Giudiziale provvederà a convocare (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec) l'aggiudicatario definitivo innanzi al notaio designato dalla procedura per procedere alla stipula dell'atto pubblico di cessione.
XV. Si precisa che, allo stato, risulta pendente presso il Tribunale di Bari – Sezione Imprese, un giudizio -promosso dalla procedura di Concordato Preventivo n. 20/2014- di impugnazione delle delibere assembleari del 27.07.2019 e del 6.08.2019, a seguito delle quali è stato azzerato il capitale sociale e poi ricostituito riducendo di fatto (dal 34,97% al 24,88%) il valore della partecipazione sociale oggetto della presente vendita.

* * * * *

Al presente avviso di vendita, alla perizia di stima, alla relativa integrazione e all’ulteriore documentazione allegata, è data pubblicità mediante inserimento sul sito internet www.tribunale.foggia.it, sul portale nazionale www.asteannunci.it e sul Portale delle Vendite Pubbliche del Ministero della Giustizia, nonché mediante pubblicazione sul Sole 24ore del solo estratto dell’avviso di vendita, almeno 30 giorni prima della data fissata per la vendita. Copia del presente avviso viene notificato dal Liquidatore Giudiziale, almeno 20 giorni prima del giorno fissato per la vendita, alla Società e agli altri Soci.

Le attività finalizzate alla cessione della quota di partecipazione sono coperte dal dovere reciproco di riservatezza. Il trattamento dei dati si svolgerà in conformità alle disposizioni del D.Lgs. 196 del 30.06.2003 e succ. mod..

Per quanto non previsto nel presente avviso di vendita si rinvia alle norme della legge fallimentare e del codice di procedura civile in materia di vendite in quanto compatibili.

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Liquidatore Giudiziale del Concordato Preventivo n. 20/2014, Avv. Maria Rosa Porcaro, con studio in Trinitapoli (BT) al Corso Trinità n. 37, tel. 0883 630654, pec della procedura cp20.2014foggia@pecconcordati.it.

Foggia, 05.02.2020

Il Liquidatore Giudiziale 
Avv. Maria Rosa Porcaro

TRIBUNALE  DI  FOGGIA SEZIONE  FALLIMENTARE
Concordato Preventivo N. 20/2014  C.P.

*******

AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO 

L’Avv. Maria Rosa Porcaro, Liquidatore Giudiziale del Concordato Preventivo n. 20/2014 – Tribunale di Foggia, visto il decreto di nomina, l’autorizzazione da parte del Comitato dei Creditori e del Sig. Giudice Delegato,

A V V I S A

che il giorno 28.04.2020 alle ore 12,00 presso la Sezione Fallimentare del Tribunale di Foggia, dinanzi al Giudice Delegato al Concordato Preventivo, avrà luogo la vendita senza incanto della quota di partecipazione pari al 24,88% del capitale sociale della società Gespo S.r.l., con sede legale in Manfredonia (FG), Lungomare del Sole n. 1, codice fiscale e partita IVA 01834790717, iscritta al REA di Foggia al n.152645, come di seguito indicata e come meglio descritta nella perizia di stima redatta dal tecnico nominato dalla procedura, che potrà essere consultata dall’eventuale offerente ed alla quale si fa espresso rinvio.

BENI IN VENDITA

LOTTO UNICO – Quota di partecipazione pari al 24,88% del capitale sociale della Gespo S.r.l., con sede legale in Manfredonia (FG), Lungomare del Sole n. 1, codice fiscale e partita IVA 01834790717, iscritta al REA di Foggia al n.152645, con un capitale sociale di € 1.516.588,00 interamente versato, avente come oggetto sociale lo sviluppo delle attività turistiche nella città di Manfredonia, in particolare l’acquisizione da Enti pubblici e/o privati, di concessioni e/o appalti per la progettazione, la costruzione e la gestione di un porto turistico nella città di Manfredonia e di tutte le infrastrutture necessarie e complementari per la costruzione e gestione.

La quota di partecipazione oggetto della vendita è meglio descritta nella relazione di stima a firma dell’esperto nominato dalla procedura, consultabile sul sito internet www.tribunale.foggia.it, sul portale nazionale www.asteannunci.it, nonché sul Portale delle Vendite Pubbliche del Ministero della Giustizia.

Prezzo Base: Euro 172.000,00 (centosettantaduemila/00), oltre oneri fiscali come per legge.

Rialzo Minimo: Euro 15.000,00 (quindicimila/00)

CONDIZIONI DI VENDITA

La vendita avverrà senza incanto.

Il prezzo base della vendita è fissato in Euro 172.000,00, al netto degli oneri fiscali di legge.
Chiunque è ammesso a partecipare alla gara, mediante presentazione di offerta d’acquisto, che è irrevocabile ed incondizionata e costituisce accettazione di tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel presente avviso.

Il lotto viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova la società partecipata, così come descritta nella perizia di stima innanzi indicata e nella relativa integrazione nonché nei documenti allegati al presente avviso, senza alcuna garanzia per quanto concerne: -valore, avviamento, stato economico-patrimoniale e finanziario; - rapporti commerciali e contrattuali; - consistenza delle attività e passività, anche latenti e/o sopravvenienze, connesse  alla  partecipazione.  Resta  fermo  a  carico  dell’aggiudicatario il
rischio che il valore di partecipazione possa subire decrementi, contenziosi, venir meno di contratti.

La presentazione dell’offerta implica conoscenza dello stato di fatto e diritto nonché della condizione giuridica e sostanziale degli assets di cui è offerto l’acquisto, ed inoltre comporta di per sé adesione alle condizioni del presente regolamento, e rinuncia a far valere qualsiasi eccezione e/o pretesa e/o richiesta risarcitoria, e/o restitutoria in ordine a tutto quanto innanzi, e riguardo alla quantità, qualità, identità, consistenza, sussistenza e condizione giuridica, e a qualsiasi richiesta risarcitoria e/o restitutoria nei confronti della procedura. Quanto oggetto del presente avviso viene venduto libero da iscrizioni e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti  al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a cura e spese dell’aggiudicatario.

MODALITA’ DI VENDITA

La vendita avverrà mediante procedura competitiva ed è caratterizzata da offerte irrevocabili di acquisto per un prezzo non inferiore a quello indicato nel presente avviso.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

Le offerte di acquisto, vincolanti e irrevocabili, dovranno essere presentate con le seguenti modalità:

deposito presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Foggia entro le ore 12,00 del giorno precedente la data della vendita, in busta chiusa, all’esterno della quale saranno annotati, a cura del ricevente e previa identificazione, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice Delegato, la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte e l’ora di presentazione della busta. Nessuna altra indicazione -né il numero o il nome della procedura né del bene per cui è stata fatta l’offerta né dell’ora della vendita o altro- dovrà essere apposta sulla busta.

La presentazione  dell’offerta  costituisce  espressa  accettazione  di  quanto previsto e riportato nel presente avviso.

CONTENUTO DELLE  OFFERTE

La busta, che non dovrà avere alcuna annotazione all’esterno apposta da parte del presentatore, dovrà contenere:

A. offerta di acquisto in bollo da Euro 16,00, con allegata fotocopia di un valido documento di riconoscimento non scaduto, completa di:
1) cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, eventuale partita IVA, residenza o domicilio, stato civile, recapito telefonico, fax, email e/o posta elettronica certificata del soggetto cui sarà intestato il bene (non sarà possibile intestarlo a persona diversa da quella che sottoscrive l’offerta). Se l’offerente è coniugato dovrà rendere autocertificazione in ordine al regime patrimoniale e, se dovesse trattarsi di regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati completi anagrafici e fiscali del coniuge. Se l’offerente è società o ente, anche morale, la denominazione o ragione sociale, il codice fiscale e la partita IVA, la sede legale del soggetto offerente, i dati anagrafici e fiscali del legale rappresentante;
2) dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta;
3) espressa dichiarazione di aver preso visione dell’avviso di vendita, della perizia di stima, della relativa integrazione, degli ulteriori allegati e delle prescrizioni contenute nello Statuto Sociale, e, pertanto, di avere piena conoscenza dello stato e del valore della quota, nonché di accettare pienamente le condizioni ivi riportate e di essere in possesso dei requisiti per assumere la qualità di socio.
4) copia del presente “avviso di vendita” siglato in ogni pagina e sottoscritto per esteso in calce nell’ultima pagina per presa visione e per accettazione delle condizioni della procedura di vendita;
5) dichiarazione di residenza o elezione di domicilio nel Comune di Foggia, ovvero indicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata presso il quale si intende ricevere ogni comunicazione riferita alla presente procedura. In mancanza, le successive comunicazioni saranno eseguite presso la Cancelleria fallimentare del Tribunale di Foggia;
6) indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base indicato nel presente avviso, a pena di esclusione dell’offerta;
7) sottoscrizione da parte di tutti i soggetti a favore dei quali dovrà essere intestato il bene;
8) cauzione in misura non inferiore al 10% del prezzo proposto dall’offerente a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a: “CONCORDATO PREVENTIVO N. 20/2014 Tribunale di Foggia”.
B. certificato di stato libero ovvero, ove coniugato, estratto di matrimonio con indicazione del regime patrimoniale prescelto;
C. certificato di vigenza del Registro delle Imprese di data non anteriore a tre mesi, qualora a partecipare sia una società o ente, anche morale, dal quale risulti la costituzione della società o ente e documentazione attestante i poteri conferiti all’offerente per la partecipazione all’asta;
D. procura speciale notarile in caso di partecipazione all’asta in nome e per conto dell’offerente.

L’offerta presentata nella vendita senza incanto è irrevocabile e pertanto di essa si terrà conto anche in caso di mancata presentazione alla gara dell’offerente. Saranno dichiarate inefficaci le offerte:
 
- pervenute oltre il termine previsto dal presente avviso di vendita;
- con indicazione del prezzo d’acquisto inferiore al prezzo base indicato nel presente avviso;
- non accompagnate da cauzione presentata con le modalità di cui alla precedente lettera A ovvero senza la necessaria procura di cui alla precedente lettera D.

DATA E LUOGO DELLE OPERAZIONI DI VENDITA

L’apertura delle buste, l’esame delle offerte e le operazioni di gara avverranno, anche in assenza degli offerenti, il giorno 28.04.2020 alle ore 12,00 innanzi al Giudice Delegato presso il Tribunale di Foggia – Sezione Fallimentare.

MODALITA’ DI AGGIUDICAZIONE e DIRITTO DI PRELAZIONE

I. Ove pervenga anche una sola offerta l’aggiudicazione avrà luogo nei confronti dell’unico offerente.
II. In caso di pluralità di offerte valide si procederà in ogni caso alla gara tra gli offerenti, estesa anche all’offerente originario, sulla base dell’offerta più alta, con il sistema dei rilanci minimi che non potranno essere inferiori ad Euro 15.000,00 (quindicimila/00). La gara dovrà considerarsi chiusa in assenza di rilanci.
III. Laddove la gara non possa aver luogo per mancanza di adesioni degli offerenti, ai fini dell’individuazione della migliore offerta saranno applicati i seguenti criteri:

--- il prezzo più alto determina in ogni caso la prevalenza dell’offerta;
--- a parità di prezzo sarà preferita l’offerta cui si accompagni la cauzione di maggiore importo indipendentemente dal termine indicato per il versamento del saldo prezzo;
--- ove non sia possibile individuare un’offerta migliore delle altre in base ai criteri innanzi indicati, il bene sarà aggiudicato a colui il quale ha formulato l’offerta per primo mediante deposito secondo le modalità indicate nell’avviso. IV.All’offerente che non risulti aggiudicatario verrà restituita immediatamente la cauzione; a tal fine si invitano gli offerenti ad inserire nella busta anche una fotocopia degli assegni e del retro degli stessi, su unica facciata.
V. Al  termine  delle  operazioni  di  gara  il  G.D.  emetterà  provvedimento  di aggiudicazione provvisoria della quota di partecipazione in Gespo S.r.l.. VI.Successivamente, in applicazione  dell’art. 6 dello statuto sociale della Gespo S.r.l.
a. Il Liquidatore Giudiziale comunicherà a tutti i soci (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec), l'avvenuta aggiudicazione provvisoria specificando il relativo prezzo.
b. Entro quindici giorni dal ricevimento della comunicazione, ciascun socio potrà esercitare il diritto di prelazione (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec da inviarsi al Liquidatore Giudiziale). Nel caso in cui la prelazione venga esercitata da più soci la quota verrà ripartita fra questi in proporzione alla rispettiva partecipazione al capitale sociale. Se alcuni soci rinunciano al diritto di prelazione, questo si accresce in favore degli altri soci in proporzione della rispettiva partecipazione al capitale sociale.
c. Scaduto il termine di quindici giorni di cui al precedente punto

b) senza che nessun socio abbia esercitato la prelazione, il Liquidatore Giudiziale comunicherà alla società (a mezzo lettera raccomandata A.R  o  pec)  l'avvenuta aggiudicazione  provvisoria specificando il relativo prezzo.
 
d. Nei quindici giorni successivi i soci che rappresentano almeno il 61% (sessantuno per cento) del capitale sociale, non computandosi a tal fine la partecipazione oggetto di vendita, possono chiedere di assegnare, alle medesime condizioni, termini e prezzo, la quota ad un terzo di loro gradimento.
VII. Scaduti i termini previsti nel punto che precede, il Liquidatore Giudiziale provvederà a depositare in Cancelleria tutta la documentazione relativa alla vendita, ai sensi degli artt. 107 e 108 L.F.
VIII. Decorsi dieci giorni dal deposito e salva l'eventuale sospensione della vendita in applicazione delle predette norme, l'aggiudicazione in favore dell'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V), ovvero, alternativamente, del soggetto individuato ai sensi del punto VI), verrà dichiarata definitiva ed il Liquidatore Giudiziale provvederà ad informarne l'interessato (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec).
IX. Entro il termine di sessanta giorni dalla ricezione di tale comunicazione, l'aggiudicatario definitivo dovrà versare il prezzo (detratta l'eventuale cauzione) mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “CONCORDATO PREVENTIVO N. 20/2014 Tribunale di Foggia” escludendosi qualsivoglia rateizzazione. Si precisa che il termine per il versamento ha natura perentoria e pertanto non prorogabile, ma soggetto alla sospensione feriale.
X. L’aggiudicatario definitivo dovrà, altresì, provvedere, all’atto del versamento del prezzo, a depositare un ulteriore somma di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione, per le spese inerenti al trasferimento della quota ed agli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita -salvo conguaglio- con le stesse modalità di versamento del saldo del prezzo. In particolare è a carico dell’acquirente l'onorario del notaio a designarsi ai sensi del successivo punto XIV).
XI. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario definitivo perderà le somme eventualmente versate a titolo di cauzione, impregiudicato in ogni caso il diritto della procedura concorsuale al risarcimento del maggior danno. Nessun onere, a nessun titolo, dovrà essere sostenuto dalla stessa procedura.
XII. Qualora la revoca dell'aggiudicazione definitiva riguardi il soggetto individuato ai sensi del punto VI), in sua sostituzione sarà dichiarato ipso iure aggiudicatario definitivo l'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V), che il Liquidatore Giudiziale provvederà ad informare  (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec). In tale eventualità, i termini per il versamento del saldo prezzo e del fondo spese di cui ai punti IX) e X) decorreranno da tale comunicazione.
XIII. Pertanto l'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V) avrà diritto alla restituzione della cauzione solo allorché il soggetto eventualmente individuato ai sensi del punto VI) abbia puntualmente versato l'intero prezzo ed il fondo spese.
XIV. Infine, nel termine di dieci giorni dal puntuale versamento del prezzo e del fondo spese, il Liquidatore Giudiziale provvederà a convocare (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec) l'aggiudicatario definitivo innanzi al notaio designato dalla procedura per procedere alla stipula dell'atto pubblico di cessione.
XV. Si precisa che, allo stato, risulta pendente presso il Tribunale di Bari – Sezione Imprese, un giudizio -promosso dalla procedura di Concordato Preventivo n. 20/2014- di impugnazione delle delibere assembleari del 27.07.2019 e del 6.08.2019, a seguito delle quali è stato azzerato il capitale sociale e poi ricostituito riducendo di fatto (dal 34,97% al 24,88%) il valore della partecipazione sociale oggetto della presente vendita.

* * * * *

Al presente avviso di vendita, alla perizia di stima, alla relativa integrazione e all’ulteriore documentazione allegata, è data pubblicità mediante inserimento sul sito internet www.tribunale.foggia.it, sul portale nazionale www.asteannunci.it e sul Portale delle Vendite Pubbliche del Ministero della Giustizia, nonché mediante pubblicazione sul Sole 24ore del solo estratto dell’avviso di vendita, almeno 30 giorni prima della data fissata per la vendita. Copia del presente avviso viene notificato dal Liquidatore Giudiziale, almeno 20 giorni prima del giorno fissato per la vendita, alla Società e agli altri Soci.

Le attività finalizzate alla cessione della quota di partecipazione sono coperte dal dovere reciproco di riservatezza. Il trattamento dei dati si svolgerà in conformità alle disposizioni del D.Lgs. 196 del 30.06.2003 e succ. mod..

Per quanto non previsto nel presente avviso di vendita si rinvia alle norme della legge fallimentare e del codice di procedura civile in materia di vendite in quanto compatibili.

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Liquidatore Giudiziale del Concordato Preventivo n. 20/2014, Avv. Maria Rosa Porcaro, con studio in Trinitapoli (BT) al Corso Trinità n. 37, tel. 0883 630654, pec della procedura cp20.2014foggia@pecconcordati.it.

Foggia, 05.02.2020

Il Liquidatore Giudiziale 
Avv. Maria Rosa Porcaro

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Liquidatore Giudiziale del Concordato Preventivo n. 20/2014, Avv. Maria Rosa Porcaro, con studio in Trinitapoli (BT) al Corso Trinità n. 37, tel. 0883 630654, pec della procedura f20.2014foggia@pecconcordati.it.

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Liquidatore Giudiziale del Concordato Preventivo n. 20/2014, Avv. Maria Rosa Porcaro, con studio in Trinitapoli (BT) al Corso Trinità n. 37, tel. 0883 630654, pec della procedura f20.2014foggia@pecconcordati.it.

CONDIZIONI DI VENDITA

- La vendita avverrà senza incanto.

- Il prezzo base della vendita è fissato in Euro 215.000,00, al netto degli oneri fiscali di legge.

- Chiunque è ammesso a partecipare alla gara, mediante presentazione di offerta d’acquisto, che è irrevocabile ed incondizionata e costituisce accettazione di tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel presente avviso.

- Il lotto viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova la società partecipata, così come descritta nella perizia di stima innanzi indicata e nella relativa integrazione nonché nei documenti allegati al presente avviso, senza alcuna garanzia per quanto concerne: -valore, avviamento, stato economico-patrimoniale e finanziario; -rapporti commerciali e contrattuali; - consistenza delle attività e passività, anche latenti e/o sopravvenienze, connesse  alla  partecipazione.  Resta  fermo  a  carico  dell’aggiudicatario  il rischio che il valore di partecipazione possa subire decrementi, contenziosi, venir meno di contratti.

- La presentazione dell’offerta implica conoscenza dello stato di fatto e diritto nonché della condizione giuridica e sostanziale degli assets di cui è offerto l’acquisto, ed inoltre comporta di per sé adesione alle condizioni del presente regolamento, e rinuncia a far valere qualsiasi eccezione e/o pretesa e/o richiesta risarcitoria, e/o restitutoria in ordine a tutto quanto innanzi, e riguardo alla quantità, qualità, identità, consistenza, sussistenza e condizione giuridica, e a qualsiasi richiesta risarcitoria e/o restitutoria nei confronti della procedura. 

- Quanto oggetto del presente avviso viene venduto libero da iscrizioni e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti  al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a cura e spese dell’aggiudicatario.

MODALITA’ DI VENDITA

- La vendita avverrà mediante procedura competitiva ed è caratterizzata da offerte irrevocabili di acquisto per un prezzo non inferiore a quello indicato nel presente avviso.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

- Le offerte di acquisto, vincolanti e irrevocabili, dovranno essere presentate con le seguenti modalità:

- deposito presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Foggia entro le ore 12,00 del giorno precedente la data della vendita, in busta chiusa, all’esterno della quale saranno annotati, a cura del ricevente e previa identificazione, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice Delegato, la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte e l’ora di presentazione della busta. Nessuna altra indicazione -né il numero o il nome della procedura né del bene per cui è stata fatta l’offerta né dell’ora della vendita o altro- dovrà essere apposta sulla busta.

- La presentazione dell’offerta costituisce espressa accettazione di quanto previsto e riportato nel presente avviso.

CONTENUTO DELLE  OFFERTE

- La busta, che non dovrà avere alcuna annotazione all’esterno apposta da parte del presentatore, dovrà contenere:

A. offerta di acquisto in bollo da Euro 16,00, con allegata fotocopia di un valido documento di riconoscimento non scaduto, completa di:

1) cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, eventuale partita IVA, residenza o domicilio, stato civile, recapito telefonico, fax, email e/o posta elettronica certificata del soggetto cui sarà intestato il bene (non sarà possibile intestarlo a persona diversa da quella che sottoscrive l’offerta). Se l’offerente è coniugato dovrà rendere autocertificazione in ordine al regime patrimoniale e, se dovesse trattarsi di regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati completi anagrafici e fiscali del coniuge. Se l’offerente è società o ente, anche morale, la denominazione o ragione sociale, il codice fiscale e la partita IVA, la sede legale del soggetto offerente, i dati anagrafici e fiscali del legale rappresentante;

2) dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta;

3) espressa dichiarazione di aver preso visione dell’avviso di vendita, della perizia di stima, della relativa integrazione, degli ulteriori allegati e delle prescrizioni contenute nello Statuto Sociale, e, pertanto, di avere piena conoscenza dello stato e del valore della quota, nonché di accettare pienamente le condizioni ivi riportate e di essere in possesso dei requisiti per assumere la qualità di socio.
 
4) copia del presente “avviso di vendita” siglato in ogni pagina e sottoscritto per esteso in calce nell’ultima pagina per presa visione e per accettazione delle condizioni della procedura di vendita;

5) dichiarazione di residenza o elezione di domicilio nel Comune di Foggia, ovvero indicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata presso il quale si intende ricevere ogni comunicazione riferita alla presente procedura. In mancanza, le successive comunicazioni saranno eseguite presso la Cancelleria fallimentare del Tribunale di Foggia;

6) indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base indicato nel presente avviso, a pena di esclusione dell’offerta;

7) sottoscrizione da parte di tutti i soggetti a favore dei quali dovrà essere intestato il bene;

8) cauzione in misura non inferiore al 10% del prezzo proposto dall’offerente a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a: “CONCORDATO PREVENTIVO N. 20/2014 Tribunale di Foggia”.

B. certificato di stato libero ovvero, ove coniugato, estratto di matrimonio con indicazione del regime patrimoniale prescelto;

C. certificato di vigenza del Registro delle Imprese di data non anteriore a tre mesi, qualora a partecipare sia una società o ente, anche morale, dal quale risulti la costituzione della società o ente e documentazione attestante i poteri conferiti all’offerente per la partecipazione all’asta;

D. procura speciale notarile in caso di partecipazione all’asta in nome e per conto dell’offerente.

- L’offerta presentata nella vendita senza incanto è irrevocabile e pertanto di essa si terrà conto anche in caso di mancata presentazione alla gara dell’offerente. Saranno dichiarate inefficaci le offerte:

- pervenute oltre il termine previsto dal presente avviso di vendita;

- con indicazione del prezzo d’acquisto inferiore al prezzo base indicato nel presente avviso;

- non accompagnate da cauzione presentata con le modalità di cui alla precedente lettera A ovvero senza la necessaria procura di cui alla precedente lettera D.

DATA E LUOGO DELLE OPERAZIONI DI VENDITA

- L’apertura delle buste, l’esame delle offerte e le operazioni di gara avverranno, anche in assenza degli offerenti, il giorno 28.01.2020 alle ore 12,00 innanzi al Giudice Delegato presso il Tribunale di Foggia – Sezione Fallimentare.

MODALITA’ DI AGGIUDICAZIONE e DIRITTO DI PRELAZIONE

I. Ove pervenga anche una sola offerta l’aggiudicazione avrà luogo nei confronti dell’unico offerente.

II. In caso di pluralità di offerte valide si procederà in ogni caso alla gara tra gli offerenti, estesa anche all’offerente originario, sulla base dell’offerta più alta, con il sistema dei rilanci minimi che non potranno essere inferiori ad Euro 15.000,00 (quindicimila/00). La gara dovrà considerarsi chiusa in assenza di rilanci.

III. Laddove la gara non possa aver luogo per mancanza di adesioni degli offerenti, ai fini dell’individuazione della migliore offerta saranno applicati i seguenti criteri:

- il prezzo più alto determina in ogni caso la prevalenza dell’offerta;

- a parità di prezzo sarà preferita l’offerta cui si accompagni la cauzione di maggiore importo indipendentemente dal termine indicato per il versamento del saldo prezzo;

- ove non sia possibile individuare un’offerta migliore delle altre in base ai criteri innanzi indicati, il bene sarà aggiudicato a colui il quale ha formulato l’offerta per primo mediante deposito secondo le modalità indicate nell’avviso.

IV. All’offerente che non risulti aggiudicatario verrà restituita immediatamente la cauzione; a tal fine si invitano gli offerenti ad inserire nella busta anche una fotocopia degli assegni e del retro degli stessi, su unica facciata.

V. Al  termine  delle  operazioni  di  gara  il  G.D.  emetterà  provvedimento  di aggiudicazione provvisoria della quota di partecipazione in Gespo S.r.l..

VI. Successivamente, in applicazione  dell’art. 6 dello statuto sociale della Gespo S.r.l.

a. Il Liquidatore Giudiziale comunicherà a tutti i soci (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec), l'avvenuta aggiudicazione provvisoria specificando il relativo prezzo.

b. Entro quindici giorni dal ricevimento della comunicazione, ciascun socio potrà esercitare il diritto di prelazione (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec da inviarsi al Liquidatore Giudiziale). Nel caso in cui la prelazione venga esercitata da più soci la quota verrà ripartita fra questi in proporzione alla rispettiva partecipazione al capitale sociale. Se alcuni soci rinunciano al diritto di prelazione, questo si accresce in favore degli altri soci in proporzione della rispettiva partecipazione al capitale sociale.

c. Scaduto il termine di quindici giorni di cui al precedente punto b) senza che nessun socio abbia esercitato la prelazione, il Liquidatore Giudiziale comunicherà alla società (a mezzo lettera raccomandata A.R  o  pec)  l'avvenuta  aggiudicazione  provvisoria  specificando  il relativo prezzo.
 
d. Nei quindici giorni successivi i soci che rappresentano almeno il 61% (sessantuno per cento) del capitale sociale, non computandosi a tal fine la partecipazione oggetto di vendita, possono chiedere di assegnare, alle medesime condizioni, termini e prezzo, la quota ad un terzo di loro gradimento.

VII. Scaduti i termini previsti nel punto che precede, il Liquidatore Giudiziale provvederà a depositare in Cancelleria tutta la documentazione relativa alla vendita, ai sensi degli artt. 107 e 108 L.F.

VIII. Decorsi dieci giorni dal deposito e salva l'eventuale sospensione della vendita in applicazione delle predette norme, l'aggiudicazione in favore dell'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V), ovvero, alternativamente, del soggetto individuato ai sensi del punto VI), verrà dichiarata definitiva ed il Liquidatore Giudiziale provvederà ad informarne l'interessato (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec).

IX. Entro il termine di sessanta giorni dalla ricezione di tale comunicazione, l'aggiudicatario definitivo dovrà versare il prezzo (detratta l'eventuale cauzione) mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “CONCORDATO PREVENTIVO N. 20/2014 Tribunale di Foggia” escludendosi qualsivoglia rateizzazione. Si precisa che il termine per il versamento ha natura perentoria e pertanto non prorogabile, ma soggetto alla sospensione feriale.

X. L’aggiudicatario definitivo dovrà, altresì, provvedere, all’atto del versamento del prezzo, a depositare un ulteriore somma di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione, per le spese inerenti al trasferimento della quota ed agli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita -salvo conguaglio- con le stesse modalità di versamento del saldo del prezzo. In particolare è  a  carico dell’acquirente l'onorario del notaio a designarsi ai sensi del successivo punto XIV).

XI. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario definitivo perderà le somme eventualmente versate a titolo di cauzione, impregiudicato in ogni caso il diritto della procedura concorsuale al risarcimento del maggior danno. Nessun onere, a nessun titolo, dovrà essere sostenuto dalla stessa procedura.

XII. Qualora la revoca dell'aggiudicazione definitiva riguardi il soggetto individuato ai sensi del punto VI), in sua sostituzione sarà dichiarato ipso iure aggiudicatario definitivo l'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V), che il Liquidatore Giudiziale provvederà ad informare  (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec). In tale eventualità, i termini per il versamento del saldo prezzo e del fondo spese di cui ai punti IX) e X) decorreranno da tale comunicazione.

XIII. Pertanto l'originario aggiudicatario provvisorio di cui al punto V) avrà diritto alla restituzione della cauzione solo allorché il soggetto eventualmente individuato ai sensi del punto VI) abbia puntualmente versato l'intero prezzo ed il fondo spese.

XIV. Infine, nel termine di dieci giorni dal puntuale versamento del prezzo e del fondo spese, il Liquidatore Giudiziale provvederà a convocare (a mezzo lettera raccomandata A.R o pec) l'aggiudicatario definitivo innanzi al notaio designato dalla procedura per procedere alla stipula dell'atto pubblico di cessione.

XV. Si precisa che, allo stato, risulta pendente presso il Tribunale di Bari – Sezione Imprese, un giudizio -promosso dalla procedura di Concordato Preventivo n. 20/2014- di impugnazione delle delibere assembleari del 27.07.2019 e del 6.08.2019, a seguito delle quali è stato azzerato il capitale sociale e poi ricostituito riducendo di fatto (dal 34,97% al 24,88%) il valore della partecipazione sociale oggetto della presente vendita.

Cauzione:

8) cauzione in misura non inferiore al 10% del prezzo proposto dall’offerente a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a: “CONCORDATO PREVENTIVO N. 20/2014 Tribunale di Foggia”.

Documenti allegati

Fascicolo bilancio 2017

Perizia Integrativa

Concessione demaniale

Perizia

Statuto

Visura aggiornata

Bilancio 2018

Avviso di Vendita

Modulistica

Per poter visualizzare la modulistica è necessario eseguire l’autenticazione